Oggi vi parlo di occhi, occhi stanchi e occhiaie.

Dicono che gli occhi siano lo specchio dell’anima e che i tratti del nostro viso testimonino molto spesso e quasi alla perfezione il nostro carattere, il nostro stato d’animo e la nostra salute.

Ovviamente i Panda non sono considerati…come neppure i pagliacci!

Dice il saggio : “non curarti di altrui se non sei, innanzitutto tu, il primo ad essere  in equilibrio con te stesso”.

Amo sempre cercare di sdrammatizzare ciò che appare imperfetto e che in qualche modo, con un po’ di positività, preparazione in materia e spirito, può invece diventare perfetto o quasi.

La cultura conoscitiva per il nostro corpo, il nostro viso e in questo caso per i nostri occhi, dovrebbe appartenere innanzitutto alla cura del nostro essere, prima ancora di divenire la nostra preoccupazione nel timore del giudizio di altrui.

Da bimbe ci piaceva camminare sulla spiaggia con gli occhi spalancati per guardare le barchette che nel mare dondolavano come giostre armoniose, il vento sulla faccia, il sale a pizzicarci e la sabbia che ci accarezzava le palpebre. In quel bel tempo remoto ci bastava strofinarci un po’ gli occhi, fare la merenda e approcciare una nanna duratura, che tutto passava in un soffio. I nostri visi apparivano sempre rosa, compatti e luminosi, i nostri occhi mai cerchiati o usurati dai fenomeni atmosferici, dalla salute trascurata o dall’età.

Neppure sapevamo cosa fossero le occhiaie, se non quelle dei panda allo zoo o di qualche altro animaletto disegnato dai colori della sua natura.

Oggi invece gli anni sono passati, siamo donne cresciute e nonostante la genetica, molto spesso , aiuti le più fortunate, diventa inevitabile leggere sui nostri occhi i segni della stanchezza e dell’età.

Sarebbe bellissimo poter , prima di andare a dormire alla sera, scegliere due occhi davvero belli, importanti  e imparare a leggerli come si fa con un bel libro. Due occhi incapaci di stancarsi , segnarsi, cerchiarsi, ma solo supportati  da petali di rosa delicati e luminosi.

Purtroppo però questo

non è possibile, siamo esseri umani e non bambole di pannolenci.

Questo fenomeno, in ogni caso , non deve limitare le istruzioni per l’uso, i cosiddetti accorgimenti essenziali per ovviare a quelle conseguenze che ahimè tracciano il percorso del nostro invecchiamento e non solo..

Non possiamo certo ignorare questi fenomeni , ma al contrario ci è dovuto approfondire la valenza dei rimedi e degli accorgimenti, iniziando dai più naturali, quelli che tutte noi possiamo tranquillamente sfruttare per migliorare almeno in parte i nostri inestetismi.

Raramente poi ci si guarda con se stessi negli occhi, e pare che in alcuni casi questo valga infinitamente per  ottenere un esercizio estremo di miglioria per noi stessi.

Per cui, care amiche , sgranate gli occhi , recatevi dinnanzi ad uno specchio illuminato e osservate i vostri occhi, il vostro viso.

Occhiaie e occhi gonfi : rimedi naturali

blefaroplasticaUno dei fattori più comuni è ovviamente l’età, il secondo è lo stress. Sono purtroppo  un problema ricorrente per tutte noi e da affrontare.  Iniziamo a combatterle con rimedi naturali, con l’alimentazione e con i giusti prodotti di cosmesi. Svariate poi sono le cause delle occhiaie : possono essere un’indicazione di una carenza nutrizionale. Gli specialisti dicono che le occhiaie possono apparire in casi di dieta scorretta, mancanza di vitamine e disidratazione.

Un’altro fattore è lo sfregamento  continuo degli occhi che causa irritazione. Le allergie per esempio, la dermatite, alcuni fattori ereditari, la congestione nasale, irregolarità della pigmentazione della pelle, grattarsi continuamente gli occhi, la troppa esposizione solare, l’assottigliamento della pelle, quindi la perdita di grasso e collagene, i rallentamenti del microcircolo sottocutaneo.  Tutte queste cose rendono ovviamente molto evidenti i vasi sanguigni sotto gli occhi.

I muscoli facciali possono quindi rendersi molto deboli causando pieghe e cedimenti.

Occhiaie gonfie, occhiaie scure, secche e incavate.

Per le occhiaie gonfie bisognerebbe innanzitutto seguire un regime alimentare disintossicante, alleggerendo quindi le attività renali e favorendo il drenaggio dei ristagni.

Impariamo a sederci a tavola evitando per quanto possibile i dolci e i salumi, il sale, il caffè, zucchero bianco e burro . Cerchiamo di mangiare privilegiando il nostro corpo, mangiando verdure fresche di stagione, cereali , frutta, andando a stimolare così la diuresi e depurando l’intestino.  Consiglio come drenante specifico il macerato glicemico di betulla.

Per quanto riguarda invece le occhiaie scure, secche e incavate, oltre a seguire ovviamente e sempre un regime alimentare sano, intervenire ingerendo un integratore reidratante . Le occhiaie scure  e “secche” denotano una forte mancanza di liquidi , tale da impedire alla cute di eliminare i depositi di tossine.

Una soluzione vincente sarebbe anche quella di fare irrigazioni con acqua marina nel naso ogni sera, prima di andare a dormire. In questo modo si eliminano gli eventuali depositi di muco e, in più, andremo a reidratare il contorno degli occhi.

Un’altro rimedio, in alternativa, sarebbe a anche quello di applicare sugli occhi una maschera preparata con un cucchiaio di yogurt intero, uno di olio di mandorle dolci e uno di miele. Spalmarla sul viso e stare a riposo per 15 minuti circa.

Altro rimedio vincente  sono le bustine di tè : 2 bustine di tè verde inumidite e messe per circa mezz’ora in freezer. Questo metodo causa una leggera vasocostrizione (temporanea) e quindi un miglioramento di questo inestetismo.

Il tè contiene tannino e ha effetto anti-infiammatorio.

Inoltre , cerchiamo di bere molta acqua , al fine di mantenere la pelle idratata ed elastica. Almeno 8-10 bicchieri di acqua al giorno.

Dormiamo possibilmente sulla schiena se ci riusciamo, con la testa leggermente alzata, per ridurre l’accumulo di liquidi nelle palpebre inferiori. Dormiamo quindi con un cuscino un po’ più alto, favorendo quindi un po’ di drenaggio e aiutando gli occhi ad apparire meno gonfi al mattino .

E ora arriviamo al make-up…

Ovviamente un buon trucco adeguato non ci risolve il problema ma sicuramente lo allevia.

Inutile dirvi innanzitutto di utilizzare trucchi di qualità, almeno per le creme contorno occhi, il fondotinta e il correttore per le occhiaie : ingredienti indispensabili per un buon risultato visivo. I trucchi cosiddetti “scadenti”, rischiano di danneggiare la pelle e la sua natura, evitando di far respirare e idratare la pelle a dovere.

Evitare di utilizzare polverine attorno alla zona degli occhi, poiché possono evidenziare le rughe.

Potrete successivamente anche coprire gli occhi con fette gelate di cetriolo per 15/20 minuti circa,  oppure utilizzare la parte posteriore concava di un cucchiaio tenuto precedentemente in freezer , o in alternativa , depositare sacchetti di tè verde gelati sulle palpebre, oppure utilizzare una mascherina in gel defaticante. Ovviamente i benefici sono temporanei ma possono  di gran lunga diminuire le borse sotto gli occhi , drenare e sgonfiare .

Durante l’esposizione al sole cercate sempre di utilizzare occhiali scuri  e creme altamente protettive.  L’abbronzatura può ovviamente darci una sensazione di sollievo nel farci apparire nell’immediato un effetto molto ridotto dell’inestetismo, ma  a lungo andare però lo peggiora.

Tra i mille e più rimedi naturali, di cui sopra ve ne ho solo elencato qualcuno, esistono anche gli esercizi  da fare con gli occhi. Esercitando le palpebre inferiori , tenendo gli occhi chiusi , si possono roteare  lentamente volgendo lo sguardo verso il basso . Ripetere questo esercizio per 10 volte .

Ovviamente, gli ottimi rimedi naturali “fai da te” di cui sopra menziono le regole, non sempre sono altamente efficaci, soprattutto nel caso in cui, le tracce di questi inestetismi si dimostrano molto profonde ed evidenti, soprattutto quelle di natura genetica.

Se il problema persiste?

A questo punto potremmo pensare di cominciare a pensare alla chirurgia estetica plastica ricostruttiva , cominciando a pensare magari di sottoporci a interventi di chirurgia ,quali la “blefaroplasticainferiore o superiore , o entrambi.

Questo ovviamente un campo molto delicato di cui parlare in maniera molto approfondita con chi di dovere. Sicuramente però, anche la chirurgia , aldilà di quanto possa sembrare invasiva , in questi casi nasconde davvero delle sorprese inattese. L’intervento di blefaroplastica è sicuramente tra gli interventi meno complessi nel campo della chirurgia plastica  estetica costruttiva. Un’intervento davvero veloce e indolore e soprattutto altamente risolutivo e conservativo nel tempo.

Ma di questo magari vi parlerò la prossima volta…

Nel frattempo cercate innanzitutto di salvaguardare i vostri occhi adottando i rimedi più naturali , semplici e veloci. Ognuna di noi potrà in questo modo tenere sotto controllo la situazione e accompagnare la propria età verso la cultura dell’essere innanzitutto .

Alla mattina, quando ci svegliamo , siamo fatti al 70% di sonno, cerchiamo quindi di sfruttare il rimanente 30% di cura , attenzione e amore per noi stesse.