medicina esteticaUdite udite signore e non più ragazzine : “oltre alla paura di non apparire belle c’è però un sole che splende, quasi come voi…!”

Non dimenticate questa metafora ed ora vi spigherò il perchè.

Quante volte, quante volte ci siamo guardate allo specchio durante una sera di inverno dicendo a noi stesse :  “menomale che non c’è tutto questo sole e che non dobbiamo andare in spiaggia, dinnanzi al sole e farci notare con tutti i nostri difetti, non più mascherate da ceroni e creme correttive, sebbene in un certo qual modo non le abbandoneremo mai”.

Quando il destino ci mette davanti le risposte alle domande cha affollano il nostro cervello di insicurezze e non solo, rischiamo davvero di confondere le nostre consapevolezze, pretendendo da noi stesse sempre la perfezione.

Questo uno standard sempre più difficile da raggiungere in cui occorrerebbe essere giovani, magre, toniche, con visi scolpiti nel  biscuit, lisci e luminosi. Un’ideale questo di perfezione imposto alle donne facenti parte della “società dell’apparire”, quella che ci trasmette insicurezza, senso di inadeguatezza e in alcuni casi anche  a rischio di peggiorare i nostri stati di fatto riferiti alla nostra qualità della vita.

Come fare quindi per uscire da questo circolo vizioso e sentirsi belle senza troppo omologarsi ?

La famosa “società dell’apparire” ci vuole quindi perfette, levigate, toniche, appetibili, desiderabili. Ovviamente senza difetti, macchie, rughe o cicatrici. Una bellezza unica. Essa ci dice che dobbiamo distinguerci omologandoci, che il nostro corpo non deve trasformarsi nel tempo. Ci sussurra come dovremmo essere e come dobbiamo sembrare, quale è l’aspetto da avere.

La “ricreazione” di noi stesse molto spesso ci induce a scelte sbagliate portandoci a tutti i costi a sembrare ciò che non siamo, bacchettandoci in ogni occasione in cui ci troviamo esposte.

Molto spesso, non sentiamo Il sole splenderci in faccia e  peggio ancora ci minaccia di diventare ancora più brutte, brutte da morire, come quando  le sorellastre cattive facevano con Cenerentola intimandola al peggio. Aiuto!

Ma oggi risalire la china e porre quindi rimedio alle nostre insicurezze è veramente alla mercé di tutte noi e soprattutto in un periodo così delicato come l’estate.

Prima ancora di arrivare alle soluzioni più concrete e assolutamente utili per migliorare il nostro viso alla luce del sole, comincerò con l’accennarvi alcuni consigli base che vi aiuteranno (prima ancora di andare a sottoporvi i trattamenti medici estetici di cui vi parlerò) a creare il più corretto trampolino di lancio che vi porterà a tuffarvi nella bellezza di voi stesse, senza il timore di essere inadeguate.

In estate è importante proteggersi bene

Estate significa divertimento. Il sole splende, le giornate si allungano e le spiagge si fanno invitanti. E’ il momento quindi perfetto per prenderci cura della nostra naturale bellezza e per avere uno stile unico ed invidiabile.

Siamo in piena estate, è tempo di montagna e di mare. Attenzione però, la pelle non è stata esposta da tanto tempo al sole e tende inoltre ad essere secca, quindi più fragile a causa del freddo e del vento ai quali è stata esposta durante gli ultimi mesi.

Per queste ragioni è assai importante proteggersi bene quando ci si espone al sole della montagna o a quello dei tropici.

Non solo esponiamo la nostra pelle ai raggi del sole, ma la mettiamo alla prova dinnanzi a temperature più estreme: l’intenso sole tropicale o lo splendido sole delle montagne, dove (in alcuni casi) la neve ghiacciata dell’inverno ne rafforza ulteriormente l’effetto.

Bisogna quindi proteggersi e non poco.

Innanzitutto è cosa sempre importantissima usare sempre una buona crema idratante con un filtro solare, ma non solo quando andiamo a farci lunghe camminate in montagna o quando sostiamo sul bagnasciuga sulla riva del mare, ma sempre e ovunque,  per non uscire mai con un viso senza protezione.

Esistono creme idratanti con filtri solari molto alti. Naturalmente vorremmo avere una pelle perfetta, senza macchie, rughe, rossori o altre imperfezioni. In montagna per esempio le piccole imperfezioni possono essere camuffate con un po’ di correttore, per quanto riguarda l’uniformità  del viso : non è detto che le sportive non possano utilizzare un fondotinta fluido e quindi molto idratante, con un filtro solare per una protezione al 100%. La combinazione del filtro solare della crema da giorno e del fondotinta offrono alla pelle una buona protezione. Se invece avete la pelle molto chiara e delicata è meglio utilizzare anche un prodotto solare con un filtro totale al posto della crema da giorno. Il fondotinta può poi essere applicato  sopra la crema solare.

Questo ci aiuterà poi anche ad apparire sempre belle e seducenti oltre che ad evitare scottature che andrebbero ulteriormente a ferire la nostra pelle danneggiandola con segni fastidiosi e antiestetici.

Per chi cammina ad alta quota la pelle ovviamente sarà molto esposta. Il fondotinta per questo motivo tenderà a svanire prima e il viso, per l’intenso movimento, tenderà ad accaldarsi.

Consiglio, per fissare meglio il fondotinta o per rinfrescare il viso accaldato il “Flix Plus”, un prodotto che vaporizzato da una distanza di circa 30 cm. dona subito sollievo alla pelle accaldata o leggermente bruciata dal sole. Messo dopo il make-up funge da fissatore e avrete una pelle perfetta per tutto il giorno.

Assai importanti sono poi le labbra che dovranno essere anch’esse molto protette  e nutrite con un prodotto apposito per le stesse. Naturalmente a tutte noi farà piacere colorare le labbra oltre che proteggerle. Esistono prodotti eccellenti come i rossetti coloranti con filtro solare SPF idratanti. In estate sono molto adatte le tonalità un po’ meno coprenti che daranno un effetto naturale (per non dare l’impressione di avere mascheroni da pagliaccio).

Non dimentichiamo poi di proteggere sempre i nostri occhi con occhiali da sole. Sugli occhi limitiamoci a mettere magari un mascara waterproof per evitare che le lacrime causate dal vento (soprattutto per le amanti della vacanza in alta montagna) lascino due righe nere non poi così piacevoli alla vista di chi ci osserva. Anche il contorno occhi va sempre protetto molto bene  con una crema apposita mattina e sera.

Per coloro che invece amano bearsi sotto i raggi di un sole tropicale, consiglio di applicare creme solari ad alta protezione e applicate la crema ogni due ore e dopo ogni tuffo in mare o in piscina. Per combattere l’effetto mozzarella e per apparire  belle fin da subito, potete utilizzare un fondotinta fluido leggerissimo, il più chiaro e corrispondente come colore al vostro incarnato, una crema colorata che consiste per il 70% di acqua.  Questa coprirà i vostri rossori e donerà un colorito uniforme senza macchiare. Questa crema colorata leggerissima potrà anche essere estesa sul décolleté, sulle gambe, sulle braccia. Chiedetela nella vostra profumeria di fiducia, sapranno sicuramente consigliarvi la migliore.

Per una vacanza al mare o in montagna, per chi vorrà utilizzare un po’ di make-up consiglio sempre dei trucchi con contenitori in plastica, pratici e leggeri.

La medicina estetica come soluzione concreta

medicina estetica estateMa dopo avervi dato nozioni base atte si a proteggere la nostra pelle innanzitutto dagli agenti atmosferici pericolosi e a soddisfare la civetteria ormai nota a noi donne, vorrei a questo punto consigliarvi trattamenti seri e efficaci che solo la medicina estetica può fornirvi, con effetti assai vincenti, sia per la risoluzione immediata dei vostri inestetismi che per sconfiggere inutili paure che solitamente in questo periodo ci assalgono.

 

Mi capita spesso di sentire delle mie amiche dire : “andrei dal chirurgo estetico a farmi dei trattamenti estetici ma rimando a settembre perchè, visto che vado al mare, non vale la pena”.

Assolutamente no!!!! sbagliatissimo.

Sconfiggiamo le paure infondate e aggrappiamoci invece alla dotta informazione di chi ne sa sicuramente più di noi, come medici specializzati in materia, sicuramente i primi a voler fare bella figura con tutte quelle donne che non aspettano altro che diventare belle senza rischi.

 

Con il caldo alle porte la voglia di rimettersi in forma e sfoggiare un aspetto piacevole e sano torna sicuramente ad essere il mantra del momento.

Per quanto riguarda il corpo tutto, diviene, in alcuni casi, molto difficile apportare migliorie dell’ultimo minuto. Inutile dire che per avere un corpo quasi perfetto bisogna curarsene per tempo. Una dieta sicuramente sana e mirata, un allenamento costante in palestra e trattamenti estetici mirati, sono assolutamente  le regole principali da rispettare durante tutto l’anno e non si possono fare quindi miracoli un mese o due prima di partire,  al fine di imitare stereotipi innarrivabili e falsi miti.

Per quanto invece riguarda il viso abbiamo già molta speranza in più o addirittura certezze.

(L’esposizione alla luce del sole non è ovviamente opportuna subito dopo una blefaroplastica ed una rinoplastica, per coloro che intendono fare questo tipo di interventi, è meglio attendere almeno un mese prima dell’esposizione al sole, proteggendosi magari con lenti protettive e creme a schermo totale, ma essendo delle zone che hanno una superficie limitata possono essere protette dal sole per esempio anche con un cappello).

Non ci sono limitazioni di sorta invece per quanto riguarda i trattamenti di medicina estetica come filler con acido ialuronico, tossina botulinica e vitamine (biorivitalizzazione), i più richiesti sul mercato in questo periodo estivo. Subito dopo i trattamenti bisognerà solo osservare due o tre giorni di non esposizione al sole, ma successivamente potrete esporvi alla bellezza dell’estate come lucertole (o quasi). Ricordatevi ovviamente di mantenere la pelle sempre molto protetta e idratata e con prodotti di eccellente qualità.

Il filler, alla luce del sole, vi aiuterà a notare ulteriormente un effetto riempitivo e più compatto e ridonerà volume  e definizione al vostro viso. II trattamento è indolore e prevede l’iniezione di sostanze biocompatibili nel tessuto adiposo superficiale e profondo, al fine di ribilanciare i volumi del volto e per ridurre i segni dell’invecchiamento cutaneo.

La tossina botulinica invece è un farmaco utilizzato tramite una microdose iniettata mediante un’iniezione indolore e permette di inibire temporaneamente l’azione dei muscoli mimici della fronte riducendo quasi del tutto la formazione delle rughe da espressione. Per avere un effetto naturale e perfetto bisognerà ovviamente avvalersi di chirurghi estetici plastici ricostruttivi referenziati, assolutamente esperti in materia…e di nessun altro!

La biorivitalizzazione invece vi permetterà di alimentare la vostra pelle mediante l’idratazione profonda della cute al fine di migliorarne notevolmente il tono e l’elasticità, andando a stimolare la rigenerazione del collagene e dell’elastina che diminuiscono progressivamente  con il passare del tempo e quindi con l’invecchiamento. Il trattamento è una procedura iniettiva che prevede l’utilizzo di aghi supersottili e di un’apposita siringa pre-riempita con acido ialuronico con aggiunta di aminoacidi e vitamine assolutamente vincenti.

Questi trattamenti ormai testati negli anni sono davvero capaci di sorprenderci e di farci svanire il timore di inestetismi che soprattutto in estate vengono più notati. Ricordiamoci però di preparare la nostra pelle anche in inverno, perché solo con grande costanza riusciremo a donare giovinezza e fascino al nostro viso e al nostro approccio alla vita, anche, anzi, soprattuto d’estate.

Belle sempre!