La vera bellezza di un volto risiede nella sua naturalezza

Può capitare che possa venire estrapolata dalla bocca cattiva di qualcuno una frase che in qualche modo voglia danneggiarci usando l’esempio di una caricatura per offenderci. Alla luce di ciò, possiamo benissimo intuire che quanto si è detto possa esserci attribuito accomunando la faccia di un essere umano a quella di un pupazzo o quant’altro.

“Pensano che abbia la faccia di gomma” dice la Sig.ra Elisabetta dopo essersi sottoposta ad un lifting facciale da un chirurgo di dubbia provenienza. Lei era la donna più normale che si potesse incontrare per strada: né brutta né bella, né alta né bassa, né vecchia né giovane, non un naso enorme e neppure uno sguardo penetrante, non una bocca carnosa e neanche dei nei vezzosi a renderla particolarmente interessante, ma era carina nel suo insieme proprio perché estremamente normale, se pur un po’ attempata.

Un giorno si guardò allo specchio…gli anni non erano più gli stessi e l’età dell’invecchiamento tormentava la sua figura cercando di portarla man mano verso la decisione di rifarsi il viso o meglio di ringiovanirlo radicalmente. Si fece un selfie e inorridita decise di non farsi mai più foto in vita sua fino a quando il suo viso non avesse finalmente ripreso una forma a lei più consona.
L’autoritratto è un modo per farci arrivare la nostra auto-immagine e quindi quella che ci aiuterà a definire noi stessi. In psicologia sociale si definisce “looking-glass” il modo in cui noi crediamo di apparire ma che spesso non coincide con il modo in cui gli altri ci vedono.

Oggi come oggi, la tecnologia dei media e dei social, le foto che molto più facilmente di un tempo ci aiutano a condividere con miriadi di persone, il peso che assume la nostra immagine sugli altri diventano di gran lunga un fenomeno sempre più dilagante, quello che ci porta ad interrogarci e ad avere paura di non essere mai all’altezza, cavie del paragone altrui.
C’è poco da fare, il nostro cervello è clamorosamente attratto dai nostri volti oltre che da quelli degli altri e non esisterebbe il fenomeno dei selfie se il viso non potesse essere definito protagonista assoluto del mondo.
Anche la Sig.ra Elisabetta, nel suo delirio di cambiamento fu sicuramente vittima di questi fenomeni.
Alla luce di ciò dovremmo ovviare al problema senza però discostarci dal fatto che non dovremmo essere vittime delle masse, ma solo coscienti ideatori del nostro cambiamento.

Esistono molte donne, qualcuna anche famosa, belle, assolutamente capaci e tenaci che però non si piacciono più. Insoddisfatte del loro aspetto crollano per niente proprio a causa del fatto che non riescano a dare un valore obiettivo e sereno al loro viso.
Cambiare il proprio look è un primo passo, arrivare poi ad avere davvero un aspetto decisamente più fresco del proprio viso è sicuramente il passo successivo che può fare la differenza.

Il lifting del volto è un intervento assai richiesto in chirurgia estetica plastica ricostruttiva. Consente di ridonare al viso un aspetto assai giovanile, migliorandone l’estetica senza però alterarne la sua più autentica fisionomia. Il lifting del volto è un intervento chirurgico che aiuta a contrastare il cedimento tissutale sollevando e riposizionando verso l’alto i tessuti delle guance facendo riacquistare al volto un aspetto davvero giovane e sano. Questo intervento consente quindi l’eliminazione di tutti quegli inestetismi dovuti al cedimento grazie al riposizionamento dei muscoli del viso.
Non esistono limiti di età per sottoporsi a questo intervento anche se ovviamente è indicato per coloro che risultano avere pelle e visi non più distesi a causa dell’invecchiamento.

Il lifting del volto è una procedura chirurgica relativamente impegnativa che, se effettuata in strutture qualificate e autorizzate, da uno specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica esperto nel ringiovanimento del volto, può dare risultati davvero eccellenti.
Le incisioni effettuate dal chirurgo verranno nascoste fra i capelli nonché davanti e/o dietro le orecchie.
La degenza post-operatoria si limita a circa 1-2 giorni massimo; successivamente potrete ricominciare la vostra vita di tutti i giorni.
Inutile dire che la famosa “faccia di gomma” non salterà fuori se l’intervento verrà gestito da professionisti di livello, seri e dotati di buon senso estetico. Il segreto risiede nel non intimorirsi del risultato dell’intervento ma nel selezionare attentamente il chirurgo che ci farà ritornare giovani e belli, coscienti di non avere un’anima posticcia nè contorta, ma uno spirito innovativo e sereno capace di farci sorridere nuovamente con una nuova luce meravigliosa e appagante.

Richieda un appuntamento con il Dott. Luca Spaziante per un parere completo e professionale compilando il seguente form:

11 + 13 =