Mani giovani creme, rimedi, consigliLe mani. Le mani sono dei simboli e alle volte anche una rivelazione. Più che a guardarle le mani si impara ad ascoltarle e a tradurle, perché il modo in cui si muovono mentre si parla e si tace, ci trasmette la loro appartenenza .

Magia alle volte pare l’interpretazione che il corpo molto spesso rivela a noi stessi e ad altrui. Ne rileva la cura ma anche la sciatta noncuranza.

La forma delle mani molte volte mi attrae, perché  le immagino protagoniste di storie remote e testimoni della fine delle stesse. Un ciclo infinito.

Se ci pensiamo attentamente la mano è il più autentico organo della civiltà, iniziatore dell’evoluzione umana e simbolo di opere d’arte altamente significative.

Osserviamo ad esempio le mani nella pittura. Noteremo mani che si protendono oltre la tela, mani che si adagiano dolcemente in grembo, mani sicure di sé, mani intimidite, mani languide, mani schizzinose….Da Leonardo a Michelangelo, da Rodin a Canova , al Bernini… :  studio delle mani all’ennesima potenza. La rappresentazione  delle stesse infatti è talmente complessa che una buona parte del lavoro degli artisti di tutti i tempi si è focalizzato sullo studio e sull’analisi delle sue varie posizioni e proporzioni.

Insomma, una parte del nostro corpo questa davvero capace di essere protagonista del tutto. Una storia molto lunga  che inizia con quella dell’uomo…infatti, una delle rappresentazioni più antiche che esistano è quella delle impronte di mani. Noteremo poi, che dopo migliaia di anni le mani continueranno ad essere oggetto di attenzione e di attrazione da parte degli artisti.

Non parliamo poi dei poeti e dei cantanti, artisti che con le mani  hanno creato storie infinite da arricchire l’archivio di una vita intera.

Innumerevoli quindi sono i modi per parlare  di mani e con le mani…

Ma impariamo innanzitutto a parlare con noi stessi e ad avere cura di questo tramite così fondamentale per la nostra esistenza.

L’era digitale ha sicuramente trasformato le nostre abitudini. La Apple ha persino fatto domanda di brevetto per alcuni gesti delle mani, pensate. Una delle domande riguarda lo scorrimento dei documenti e il gesto del pizzico per zoomare.

I medici , allo stesso tempo, notano una crescita esponenziale di disturbi manuali legati all’utilizzo del computer e dei telefoni : alle dita e al polso imponiamo movimenti non poi così consoni al genere umano. Si prevede addirittura che queste  nuove e sempre più continue abitudini comporteranno  persino modifiche tanto nei tessuti duri quanto in quelli molli della mano. Finiremo con l’avere mani di ricambio di tutte le forme e colori ? Ahahaha, speriamo di no.

Eppure, se davvero crediamo che il modo di utilizzare le mani stia così cambiando, non c’è nulla di più saggio che averne cura. E questo ci conduce anche ad un finale che ci dice che per fare qualsiasi cosa abbiamo bisogno delle mani. Esse sono i nostri utensili. Ci permettono di manipolare il mondo in maniera da realizzare anche i nostri desideri. Ci servono per votare ,stipulare un accordo, confermare un’unione. Mostriamo le mani per dimostrare amore o per chiedere aiuto. Ne abbiamo cura per evidenziare ancor di più la nostra femminilità, il nostro essere, il più significativo capace di identificare addirittura la nostra anima e il nostro spirito.

Quando eravamo piccini le mani erano per tutti noi tramite di comunicazione con la mamma, dall’allattamento, alle coccole, al gioco, mentre ora che siamo grandi, se pur in modo differente e ovviamente consono alla nostra età, rimaniamo comunque sempre piccoli grandi padroni delle nostre mani , perché grazie alle stesse ci difendiamo, chiediamo aiuto e ci esprimiamo .

L’età però avanza e coloro che erano un tempo bambini si ritrovano oggi uomini e donne, consumati dal tempo e vittime  delle scomodità del quotidiano .

La bellezza delle mani attrae la nostra attenzione subito dopo quella del viso e del collo, per questo, averne cura , riveste un’importante ruolo.

La pelle delle mani è incredibilmente sensibile perché sottile e delicata , soprattutto quella del dorso, molto simile a quella del contorno degli occhi, ed è una zona cutanea del corpo continuamente esposta  alle radiazioni solari e soggetta a danni da aggressioni chimiche nell’uso domestico e professionale, come ad esempio i detersivi, tensioattivi, solventi ecc…

Primi segni di invecchiamento cutaneo: rimedi e trattamenti

L’invecchiamento delle mani può ahimè darci segnali piuttosto precocemente e paradossalmente il suo processo avviene a volte ancor prima di quello del viso.

Uno dei primi segni di invecchiamento cutaneo accelerato  è anche costituito dalla comparsa sul dorso di macchie ipercromiche , più o meno numerose e evidenti. Al tempo stesso si identifica anche una riduzione di elasticità della pelle e uno svuotamento del grasso contenuto tra i tendini che vanno ad evidenziare le vene della mano.

La pelle quindi perde la sua morbidezza e la sua compattezza, causando una perdita di volume , fino a farci notare davvero il processo di invecchiamento rispetto a tutto il resto del corpo.

L’invecchiamento delle mani può manifestarsi sia negli uomini che nelle donne già in giovane età (25 / 30 anni). Per evitare questo processo di invecchiamento è innanzitutto importante  utilizzare regolarmente una crema per le mani di alta qualità, al fine di mantenere la pelle liscia e idratata.

Affinchè le nostre mani appaiano sempre più giovani , sane e ben idratate, bisognerebbe innanzitutto osare estrema costanza nell’applicare un trattamento giornaliero di crema altamente idratante, mattina e sera.   Fortunatamente esistono prodotti cosmetici e trattamenti eccellenti,  progettati proprio per andare a contrastare i danni e prolungare così la bellezza della pelle.  Il mercato offre davvero una vasta gamma di creme 100% naturali che vanno davvero ad idratare la nostra cute evitando di causare allergie  o effetti indesiderati. Anche per questo, un’informazione  davvero approfondita è dovuta.

A tal proposito (a parte l’utilizzo di creme naturali per le mani testate e riconosciute assai valide sul mercato) vorrei anche proporvi una formula molto speciale  con la quale potrete idratare , ammorbidire e soprattutto ringiovanire le vostre mani.

Il trattamento è assolutamente naturale , per cui basato sull’utilizzo di ingredienti come la cera d’api, il burro di mango, l’olio di cocco e l’essenza di carota.

Tale trattamento è costituito da un’altissimo contenuto di acidi grassi e sostanze antiossidanti che andranno a creare una barriera protettiva contro il danno cellulare provocato dai radicali liberi.

Composto da un’idratante del tutto naturale che andrà ad eliminare la pelle morta e al tempo stesso ammorbidire e ristabilire la naturale elasticità della pelle.

I suoi composti attivi proteggono le nostre mani dai danni dei raggi UVA e riducono la presenza di macchie scure e delle rughe sottili.

Iniziamo dalla cera d’api:  un prodotto assai naturale che idrata, nutre e ammorbidisce la pelle delicata delle nostre mani. Essa contiene proprietà assolutamente emollienti  ed antinfiammatorie che riducono la presenza delle cellule morte e dei micro calli. Oltretutto questa sostanza ha proprietà antibatteriche ed antimicotiche  che andranno a ridurre la presenza dei microrganismi  che causano infezioni e funghi.

Il burro di mango invece è un prodotto tropicale , costituito da una composizione simile a quella del karité  e del cacao, ma con un contenuto di acidi grassi differente.

Anch’esso è ricco di sostanze antiossidanti e vitamine che riducono l’ossidazione delle cellule e migliorano il processo di cicatrizzazione.

Il suo utilizzo sulle mani da risultati davvero di morbidezza e protezione, al fine di conferire un aspetto giovanile per più tempo.

I benefici dell’olio di cocco invece rendono ottima la cura della nostra pelle. I suoi acidi grassi a catena media e l’apporto di vitamina E sono davvero un mix vincente per un risultato assai sorprendente.  Presenta oltretutto proprietà emollienti ed antibatteriche davvero capaci di pulire in profondità le nostre mani.

In ultimo, l’essenza di carota , presenta invece un’alto contenuto di beta-carotene, un antiossidante che va a migliorare il naturale tono della pelle frenandone il danno cellulare.

Vince il primato tra i migliori prodotti e favorisce l’elasticità della pelle e combatte la secchezza delle mani.

Il prodotto di cui vi ho parlato è molto facile da preparare  e può davvero apportare molti più benefici di una crema cosiddetta convenzionale.

L’arma vincente che occorre per ottenere benefici eccellenti è sicuramente quella di acquistare prodotti puramente e altamente biologici , privi quindi di processi di raffinamento.

Gli ingredienti per questa formula saranno quindi : 4 cucchiai di cera d’api (60 gr.) /2 cucchiai di burro di mango (24 gr.) / 8 cucchiai di olio di cocco (120 gr.) /10 gocce di essenza di carota e 1 contenitore di vetro munito di tappo .

Istruzioni per l’uso : fate sciogliere  a bagnomaria la cera d’api. Aggiungete il burro di mango e mescolate con un utensile possibilmente in silicone, in modo che gli ingredienti si integrino bene fra loro.  Versate l’olio di cocco e le gocce d’essenza di carota. Continuate  a mescolare e togliete dal fuoco una volta ottenuto un composto omogeneo. Lasciate riposare  per un po’ e, prima che il tutto si solidifichi, versate il composto  in un contenitore di vetro con il tappo (tipo quello utilizzato per le conserve di marmellata). Attendete che raggiunga nel barattolo la consistenza adeguata e iniziate ad utilizzarla spalmandola sulle vostre mani al mattino e alla sera prima di andare a dormire.

Un’altro ingrediente davvero ricco di proprietà ringiovanente per le nostre mani è il gel di aloe vera. La sua applicazione , che avverrà ovviamente tramite una crema, è un tramite davvero interessante ed economico che ci aiuterà a ridurre di gran lunga le macchie, le rughe e altri segni di invecchiamento che spesso tendono a formarsi sulle  nostre mani.

Non esitate a creare questo mix davvero ottimo per la bellezza delle vostre mani, ne rimarrete assai soddisfatte.

Se il problema persiste

Successivamente invece, se i processi di invecchiamento saranno più avanzati e quindi molto evidenti, dovremmo davvero pensare di recarci da un chirurgo estetico per un parere più approfondito e risolutivo.

Le tecniche di chirurgia estetica plastica ricostruttiva sono oggi davvero infinite, indolore e neppure troppo invasive.

Il filler o il lipofilling sono trattamenti che possono davvero migliorare la lassità cutanea. Come anche la biostimolazione della cute , i trattamenti di PRP (pappa piastrina –  plasma ricco di piastrine),  il laser frazionale non ablativo  ecc..

Questo tipo di  trattamenti di chirurgia estetica non hanno assolutamente effetti collaterali e sono verosimilmente connessi con i valori più estremi  di una sanità attenta e del tutto in linea con l’eticità di un sistema altamente innovativo , estremamente professionale e vincente.

L’informazione è necessaria , impariamo quindi ad approfondire le notizie con equilibrio e attenzione. Proviamo però anche a pensare innanzitutto di indossare mani di velluto , capaci di farci nuovamente apparire  come donne delicate, eleganti e assolutamente regine e padrone della nostra più autentica identità.