Seno up contro la forza di gravitàChi di noi, fin dall’età adolescenziale, in procinto di una curiosità persino ardita, non avrebbe voluto sbirciare tra le pagine patinate di vecchie riviste d’altri tempi, dove i seni di Sofia Loren e di Jayne  Mansfield, nella loro perfetta prosperosità, rappresentavano la femminilità più acclamata.

Camminavamo appena e l’idea di portare un reggiseno di pizzi e lustrini come quello della mamma, divertiva in qualche  modo il percorso rosa che stavamo addentrandoci a comprendere. Notavamo seni grandi, seni piccoli e seni quasi inesistenti, seni famosi e quindi paragonabili a quei canoni forse a noi stesse ancora sconosciuti.

Eppure, secondo le stime più recenti, un “seno perfetto” corrispondente ai valori di: 45 per cento del volume sopra il capezzolo, 55 sotto e con una forma perfettamente a goccia, con il capezzolo all’insù, dovrebbero essere i canoni di bellezza, o meglio, quelli sussurrati dai chirurghi plastici più dotti negli ultimi anni.

Decisamente remoti quindi i tempi delle maggiorate. Oggi il seno ideale corrisponde ad una III misura, coppa B. Non più XI, come quelli delle sexy pin-up, ne tantomeno troppo piccolo rientrante nell’ingombro di una coppa di champagne.

“Bello e grande, non sono più oggi i termini di bellezza appartenenti ad un seno ideale”. La cosa essenziale è l’armonia del suo insieme, delle sue giuste proporzioni.

Qualcuno scrisse : “c’è una differenza straordinaria tra un seno bello…e un seno qualsiasi”.

Comunque sia, forma e dimensioni  possono anche cambiare, ma questa parte del nostro corpo rimane sempre un orgomento  importante e delicato, per noi stesse e non solo, tanto da divenire un tramite spesso anche celebrato dall’arte fin dai tempi  più antichi.

La storia dell’arte ci mostra come il seno sia sempre stato rappresentato in virtù  della sua valenza, sia che questa potesse appartenere all’erotismo o alla maternità. Ricordo di aver visto un dipinto presente nel Louvre, di un anonimo pittore del tardo cinquecento della scuola di Fontainbleau, che riproduce su tela una storia davvero affascinante, ponendo il seno al centro dell’attenzione e rivestendolo di entrambi i suoi significati.

Una delle due donne rappresentate è amante del Re di Francia  Enrico IV e da lui aspetta un bambino. Questo connubio di ruoli quindi, esprime il potere del seno, sia come simbolo di femminilità e sensualità sia come emblema di fertilità.

Questa interpretazione, a mio avviso, se integrata alla concezione che una donna ha di se stessa consente di ampliare la visione del proprio corpo in tutta la sua magnificenza.

Mostrare il seno nudo, fino agli inizi del 19° secolo, non era considerato troppo scandaloso, dove la prosperità di ninfe nude che danzavano e scherzavano fra i boschi è sempre stata considerata cosa normale nell’arte occidentale. Paradossalmente invece, al giorno d’oggi, viviamo in una società dove i seni scoperti sono invece in un certo qual modo considerati ancora un tabù.

L’estetica del seno nella storia dell’arte  è stata sempre tenuta in grande considerazione, come grande vezzo significativo  di immagine  artistica da esporre spesso e volentieri. Sono infatti molti i dipinti  e le opere che hanno come protagonista il seno femminile.

A fronte di ciò potremmo anche dire che quella dell’arte è una raffigurazione atipica rispetto all’immagine di donna  a cui siamo oggi abituati a interpretare e identificare. Questo un segno evidente, che ci fa riflettere e dal quale magari  prendere spunto, al fine di cominciare a pensare di tenere in considerazione innanzitutto che le dimensioni di un seno devono essere in armonia con tutto il resto del corpo della donna, evitando quindi di sforare questa massima in errori madornali che purtroppo la “moda” dei nostri tempi  molto spesso ci induce a fare.

Tutto questo ci porterà  a pensare che questi significati destano nel loro insieme un’estrema importanza. Il seno poi cattura la nostra attenzione tutta al femminile e quindi diviene anche tramite di ispirazione erotica per coloro a cui decidiamo di donarla.

Il seno quindi è un elemento del corpo femminile che può essere sottoposto a censura oppure a esibizione, ma al di là delle concezioni personali o sociali sull’estetica, che variano a seconda della storia, la cosa più bella che l’essere donna può arrivare a percepire è che il seno è di sua appartenenza, per cui come tale deve averne cura innanzitutto per se stessa prima ancora che per altrui.

Consigli per un seno up

Seno up contro la forza di gravitàCiò nonostante, il sogno di molte donne rimane quello di aumentare (a volte anche ridurre) e alzare il  proprio seno .

Se Madre Natura non ci ha dotato di un decolletè generoso (anche se in alcuni casi il troppo stroppia…)  o dobbiamo semplicemente fare i conti con la forza di gravità, come potremmo fare per sfoggiare un seno più alto e sodo ?

La causa primaria del seno cadente è sicuramente l’avanzare dell’età, da associare anche alla forza di gravità che incide assai. Anche le diete drastiche danneggiano irrimediabilmente i seni e spesso fanno comparire odiose smagliature. Inoltre anche il fumo ed il sole fanno crollare inesorabilmente il seno distruggendo le fibre di collagene. Senza supporto quindi, anche il seno più piccolo e più sodo finirà con il soccombere alla forza di gravità. La migliore difesa contro quest’ultima sono dei muscoli pettorali forti e ben allenati, un portamento eretto e un reggiseno veramente adatto alla forma del seno, oltre che di ottima qualità.

Ovviamente la chirurgia estetica plastica ricostruttiva è sicuramente il tramite più risolutivo e efficace per ovviare a tutti i problemi del nostro seno, ma prima ancora di arrivare a questo possiamo ipotizzare semplici abitudini e piccoli escamotage di stile ed è così che  il nostro decolletè apparirà più tonico e più turgido.

Il primo consiglio ovviamente è quello di scegliere un reggiseno con le coppe preformate e il ferretto, che andrà a modellare il seno sostenendolo. Mi raccomando sempre alla qualità.

Evitiamo quindi i reggiseni a fascia e senza spalline che tendono ad appiattire notevolmente il seno minuto non dando il giusto sostegno ai décolleté meno tonici.

Se volessimo poi andare a scegliere qualcosa di ancora più innovativo esiste anche il reggiseno “magico”, con effetto push-up immediato. Sono coppe adesive che con laccetti al centro , ben tirati, ci aiutano a sorreggere il seno spingendolo verso l’alto. E’ perfetto se indossato sotto top o magliette scollate. Viene utilizzato e sponsorizzato da diverse celebrity.  Lo trovate anche su Amazon.

Per un seno up c’è a anche un trucco  che lo renderà meno sensibile alla forza di gravità: mentre siete sotto la doccia indirizzate il getto di acqua fredda prima su un seno (per un minuto circa) e poi sull’altro. A seguire mettete una crema rassodante.

Ricordatevi di mettere sempre il reggiseno : MAI senza! La mancanza di questo accessorio, infatti, causa una progressiva caduta, ovviamente per effetto della forza di gravità (consiglio reggiseni Lovable : sono una garanzia).

Aldilà però di questi indumenti innovativi, mantenere una postura corretta è cosa importantissima, oltre ad essere un metodo facile  ed efficace per aumentare e alzare il nostro seno. La postura , non solo ci aiuta a far apparire il seno più voluminoso, ma anche a renderlo più elastico, tonico e meno cadente, arrivando addirittura a modificarne persino la forma. Per cui, si, stare con le spalle curve, oltre ad essere deleterio per la colonna  vertebrale, può ampiamente contribuire al rilassamento del seno. Per ovviare a questo inestetismo dovuto anche ad una postura errata, dovremmo abituarci a camminare con la classica  posizione a petto in fuori : spalle aperte, collo eretto, schiena rilassata e andatura sciolta.

Altro step molto importante è cercare di mantenere l’elasticità dei tessuti del seno con una idratazione costante.

Esistono svariate creme rassodanti da massaggiare sul nostro décolleté, al fine di andare a stimolare la circolazione sanguigna. Non illudiamoci però  che queste possano miracolosamente aumentare il volume del nostro seno, sicuramente però andranno a creare un netto miglioramento per quanto riguarda rassodamento e tonicità. Il seno e il décolleté  necessitano di cure speciali per evitare che la forza di gravità prenda il sopravvento. Questa è una parte del corpo molto fragile data la pelle assai sottile, per cui molto votata a cedimenti e discromie.

La buona tenuta del seno si  ottiene anche utilizzando cosmetici attivi ad azione liftante.

Quando andrete quindi ad acquistare un prodotto per il seno (crema o siero) cercate sull’etichetta questi principi attivi:  estratti di alga Chondrus Crispus, proprietà tonificanti quali l’estratto di semi d’avena, centella asiatica, segale e noce : acetato di vitamina E, olio di argon e jojoba  e proteine vegetali della soia.  Dopo di che andrete a fare con questi elementi sul vostro seno un auto massaggio molto costante, noterete  che l’aspetto del seno migliorerà notevolmente sia per elasticità che per turgore.

Oltre alla postura e all’idratazione rassodante, potremo poi anche pensare di abituare la muscolatura del nostro corpo ad allenarsi a dovere, al fine di acquistare sempre più tonicità.

E allora, quali saranno gli esercizi  che potremo fare a casa o in palestra per rassodare e liftare la zona del seno ?

Concentriamoci innanzitutto sui muscoli pettorali, cercando di mantenerli tonici in modo che sostengano dolcemente il seno, migliorando l’elasticità della pelle e dei tessuti. Andiamo a far lavorare quindi dorsali e tricipiti. L’esercizi più completi sono senza dubbio l push-ups, ovvero i piegamenti sulle braccia : posizionate i palmi rivolti verso terra e tenete le mani leggermente divaricate rispetto alla larghezza delle spalle . Il corpo deve formare una linea retta  a partire dai talloni fino alla testa. Nel caso non riusciste a mantenere questa posizione potrete appoggiare le ginocchia a terra in qualsiasi momento. Dopo di che piegate i gomiti e abbassate il busto fino a pochi centimetri dal pavimento, per poi risalire.

L’esercizio fisico è assai importante e come tale dovrà magari essere anche supportato  da una dieta, integratori e rimedi naturali per un seno up sempre al meglio.

Provate i fitoestrogeni per mantenere il seno up. Bevete la “galega” o usatela anche per fare impacchi sul vostro seno. Per preparare la galega e usarla come infuso, versate un litro d’acqua bollente in un recipiente di terracotta o porcellana  sopra 20-25 g di pianta in fiore di Galega essiccata e sminuzzata. Lasciare in infusione per 15-20 minuti circa, quindi colare . I fiori di che vi rimarranno usateli come impacco in una pezza di cotone da tenere sul seno per circa 2 ore (Justingredients Erba Galega – 1000 gr.). Si trova anche in pillole (Galefin).

Favoloso anche il fieno greco : mezza tazza con dell’acqua tiepida per fare gli impacchi da applicare per 30 minuti per tre volte alla settimana.

Altro rimedio efficace è a anche l’olio di menta e di cipresso .

Insomma, sono davvero svariati i metodi da utilizzare al fine di sconfiggere la tanto odiata forza di gravità contro il nostro seno. Impariamo però  innanzitutto a volerci bene e a far si che il nostro corpo mantenga sempre la sua femminilità. Questo sarà qualcosa su cui potremo sempre contare e, quando non sapremo che altro fare, tiriamo il petto in fuori ma con fierezza.