tossina botulinicaUna stanza appartata, una luce soffusa, nell’aria le note di una canzone di compleanno per festeggiare i 40 anni della padrona di casa, un’amica coetanea e…uno specchio…!

Quale donna fra noi tutte, in quel momento, non si sarebbe avvicinata per guardarsi a quello specchio? …e quale donna non potrebbe improvvisamente guardarsi allo specchio e percepire quel non so che, un sentimento sottile infastidente, ed eccoci li, a notare o a cercare i primi segni del cambiamento, quella mutazione che ci fa dire: “nonostante i miei 40 anni sto diventando vecchia”.

Allora i pensieri cominciano a saltellare qua e là tra le anse di quel nostro cervello un po’ impaurito dal cambiamento. Ci diciamo: “il mio corpo sta cambiando, sono ancora io ma sto invecchiando. Il passaggio del tempo attraversa la nostra anima prima che il nostro corpo.

Eravamo ragazzine, poi siamo state ragazze e dopo siamo diventate donne. Ora però stiamo invecchiando.

La musica continua a suonare…ci guardiamo ancora allo specchio e poi ancora…Dietro la porta bussano, devono entrare, ma noi, neoquarantenni siamo un po’ infastidite con noi stesse, ci sentiamo un po’ stranite, cominciamo a percepire il cambiamento, anche se abbiamo compiuto 40 anni solo la scorsa settimana.

Condividiamo un’evoluzione umana oggi. Un passaggio di tempo di circa quarant’anni. Siamo qui, avvolte dalla forza della vita intera, ma la sala trucco è pronta per cercare di mimetizzare le prime rughe con un fondo tinta non più fatto di acqua e sapone.

Cominciamo a respirare un’aria di preparazione, di consapevolezza. Da oggi, se pur ancora non troppo vecchie, cambia tutto.

È arrivato il momento in cui saremo parte di una trasformazione, di qualcosa che in fondo appartiene a tutte noi, a cui tutte saremo destinate, ma che sembra sempre troppo lontano, soprattutto quando si è giovani. Invece tutte invecchieremo, se saremo fortunate invecchieremo.

Questa è la realtà se pur ci sembri sempre troppo distante per farla entrare nelle nostre teste, nelle nostre vite, tentando di fermare il tempo, attraverso chissà quale artificio.

Ciò nonostante, non vogliamo ancora incontrarci del tutto dinnanzi alla realtà, ci intravediamo nello specchio mentre stiamo per uscire da quella stanza cercando di guardarci solo con la coda dell’occhio, di sfuggita.

Subito dopo però cominciamo a pensare a ciò che abbiamo percepito in soli pochi attimi racchiuse con noi stesse. Sentiamo che dobbiamo riappropriarci della nostra consapevolezza vincente, di una nuova “noi”! Siamo arrivate ad un’età che per non peggiorare gli stati di fatto dobbiamo ricorrere ai ripari ma senza esagerare…e soprattutto senza avere paura.

Ci lasciamo andare ai pensieri più propiziatori, ci abbandoniamo alla sensazione di come potrebbe essere bello non invecchiare ancora troppo, continuando a sperare in qualche modo a mantenere sempre il nostro viso fresco e non troppo stanco dall’età che verrà.

Cominciamo a pensare alle cause, ai rimedi…

Molte donne hanno la cattiva abitudine di non prendersi cura del loro viso come si deve

Questa routine è completamente sbagliata perché la pelle del corpo e soprattutto quella del volto richiede una cura giornaliera e prodotti specifici, validi, per mantenerla sana, idratata e morbida. Specialmente il viso va pulito fino in fondo mattina e sera, anche se non si ha sopra del make-up.

Se viene trascurato, infatti, potrebbero comparire i segni di un invecchiamento precoce. Di certo non è bello sembrare più vecchie… I segnali di allarme sono sicuramente quelli di una pelle secca, opaca e tirata, comparsa di rughe sottili, segni di stanchezza suprema sul viso.

Ovviamente questi sono i campanelli d’allarme principali che dovrebbero indurci a prendere precauzioni assolutamente efficaci.

Dopo i 40 anni però i problemi relativi all’invecchiamento peggiorano, allora cominciamo a pensare a cosa poter fare per mantenere un viso da quarantenni senza il rischio di una metamorfosi troppo estrema.

Se da un lato sarebbe bene non concentrarsi troppo sul lato estetico puntando anche su ciò che abbiamo dentro, dall’altro è pur vero che l’immagine, specie di questi tempi, gioca un ruolo fondamentale nella vita di tutti i giorni, influendo persino nelle relazioni interpersonali e/o sociali.

Apparire giovani e vedersi belle allo specchio è qualcosa che da il buon umore ed una carica di autostima che spesso si rivela assai utile per tutta la giornata.

È nostro dovere quindi renderci conto di quali siano gli aspetti che rischiano di compromettere questo risultato.

Come abbiamo detto prima la cura della pelle e della sua pulizia come dell’idratazione sono elementi fondamentali per allontanare il più possibile il nostro invecchiamento.  Detto questo non dobbiamo scordarci di mangiare bene, di bere abbastanza acqua durante il giorno e non abusare con il fumo e con gli alcolici.

Ovviamente apparire giovani è uno dei desideri più comuni a tutte noi e certo non bastano i palliativi della cosmesi e della dieta per farci sentire nuovamente sicure con noi stesse, senza ovviamente esagerare.

Perché provare il botulino

tossina botulinicaI trattamenti di medicina estetica sono di gran lunga superiori a qualsiasi altra aspettativa e mettono a disposizione diverse soluzioni economicamente abbordabili. Tuttavia, è necessaria la giusta informazione. Alcuni trattamenti estetici possono essere invasivi, avere delle controindicazioni ecc…per cui vanno presi sul serio, nella piena consapevolezza e affidandosi a mani chirurgiche più che esperte e referenziate, al fine di avere un risultato più che soddisfacente e soprattutto naturale.

La tossina botulinica è assolutamente la miglior soluzione che ci permetterà di ovviare al problema dell’invecchiamento sul viso.

Certo, il suo nome: tossina botulinica, suona minaccioso ed evoca tossicità. Ma non è così.

È un farmaco certificato direttamente dal Ministero della Sanità, dalla sicurezza comprovata, capace di sgombrare i pregiudizi più radicati nella mente di ognuna di noi.

Il Botulino è un neuromodulatore: in pratica blocca il comando che va ai muscoli (ma anche alle ghiandole, e per questo è utilizzato nei casi di iperidrosi per ridurre la sudorazione).

In medicina estetica, come nel nostro caso, viene iniettato per ridurre le rughe frutto della contrazione muscolare, quindi al 90% su fronte, contorno occhi, zampe di gallina (mai nelle labbra!!! Questa sostanza è un antirughe, non un filler volumizzante).

Si utilizza sempre diluito in soluzione fisiologica e viene iniettato nelle rughe della fronte e del contorno occhi nelle giuste dosi, senza paralizzare la mimica, ma semplicemente rilassando le zone corrugate.

Agisce in un raggio di circa 3-4 mm. Dal punto di inoculo, senza migrare in altre zone.

Le reazioni allergiche sono pressoché inesistenti (deve prestare attenzione solo chi è allergico all’albume all’uovo). I risultati sono visibili dopo qualche giorno (tra il terzo e il settimo giorno dopo il trattamento, in casi rari al decimo).

I suoi effetti antirughe perdurano per 3-6 mesi, dipende dalla profondità delle rughe: nelle persone più giovani, prima dei 40 anni, sono sufficienti 2 trattamenti all’anno, per chi è più avanti con l’età ne occorrerà anche 1 ogni 3 mesi.

Ma attenzione, il botulino innesca un circolo vizioso, non potrete più farne a meno. Man mano che i trattamenti avanzano si produce un miglioramento.  La pelle, grazie al rilassamento, non resta continuamente “piegata”, migliora il suo aspetto: la ruga a questo punto non scomparirà ma si attenuerà.

Il botulino illumina il viso rendendolo assolutamente fresco, riposato e giovane. La naturalezza del suo risultato poi è sorprendente.

Il trattamento è praticamente indolore.

Shakespeare sosteneva: “Quando quaranta inverni assedieranno la tua fronte e nel campo della tua bellezza scaveranno trincee profonde, quelle saranno le rughe della fronte”.

Dopo i 40 anni la pelle inizia a segnarsi, soprattutto a livello della fronte e intorno agli occhi. È l’effetto dell’invecchiamento.

Impariamo dai saggi che anche il risultato delle nostre consapevolezze potrà tornarci utile non solo per sconfiggerle, ma anche per guardarci nuovamente allo specchio e renderci conto che il segreto di una vita più bella e sorprendente è anche quello di curarci davvero di noi stessi senza troppo pregiudizio ma con dotta informazione e fiducia.